Il sistema immunitario ci difende dai patogeni, ma anche dalle cellule che hanno delle anomalie.
Comprende organi come la milza e le tonsille, cellule chiamate globuli bianchi e sostanze chimiche dette citochine, le quali coordinano la risposta immunitaria.
Abbiamo 3 linee di difesa contro gli aggressori esterni. La prima linea è la barriera meccanico chimica costituita dalla pelle, dal muco, dagli acidi dello stomaco, che impediscono ai patogeni l’ingresso nel nostro organismo. Se questa barriera fallisce si attivano le cellule dell’immunità innata, che agiscono in modo indiscriminato contro qualsiasi tipo di patogeno. Comprendono cellule spazzine, cellule killer, cellule che producono sostanze chimiche responsabili dell’insorgere della febbre. Si anche la febbre è un meccanismo di difesa del corpo!
Insieme a questa risposta immunitaria se ne attiva anche un’altra detta immunità acquisita, ma più lentamente della prima. L’immunità acquisita è sostenuta da cellule dette linfociti. Se l’organismo è esposto ad un nuovo invasore i linfociti lo studiano e cercano di imparare a riconoscere una qualche struttura sulla sua superficie. Una volta che riescono a legarsi alla superficie dell’invasore, si attivano e si moltiplicano dividendosi in cellule effettrici, pronte all’azione e alla produzione di anticorpi contro il nuovo invasore, e cellule di memoria che memorizzano la struttura caratteristica dell’invasore. Ad una seconda esposizione dell’organismo allo stesso invasore, queste cellule si attiveranno molto rapidamente e rilasceranno molti anticorpi per eliminare immediatamente l’invasore.
 
Dott.ssa Eleonora Maiorana
 
 
 
 
Farmacia Curio Dentato
Invia